Gennaio 2022
L M M G V S D
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31
cantina
scarascia3
il_meteo4
bollettino_meteo_regionale2
agrometeo3

La Clorosi

Clorosi Vite

Molto spesso, accade che, in azienda arrivi un cliente a porci questa domanda: "Come mai le mie piante presentano foglie dal colorito spento, tendente al giallo? Perchè non sono verdi come prima?".

Ebbene, chi riscontra una situazione di questo tipo, molto probabilmente, ha una pianta affetta da Clorosi: questa, si manifesta, appunto, con foglie dal colore giallo, più minute rispetto a quelle sane e, spesso, sono più gracili e tendono a cadere prima.

Principalmente possiamo distinguere due cause principali di questo fenomeno: una di carattere patologico, dovuta ad alcuni funghi tipo, l'armillaria, che provoca una degradazione enzimatica della clorofilla. L'altra causa è di carattere fisiopatica, cioè la carenza o l'eccesso di determinati nutrienti, o la presenza di terreni calcarei possono limitare o impedire alla pianta la produzione della clorofilla, motivo per cui, sia nel primo che nel secondo caso, la pianta tende ad ingiallire.

Clorosi Agrumi

Di sicuro, la causa più frequente di carenza di nutrienti, è la carenza di ferro, che genera la clorosi "ferrica": essa si manifesta quando il terreno o il concime usato, non hanno la giusta concentrazione di ferro, ma può manifestarsi anche nel caso in cui, nonostante un'adeguata concentrazione ferrosa, il terreno è di tipo calcareo, perchè la presenza di calcare superiore al 25%, tende ad alzare il pH del terreno, impedendo la solubilizzazione del minerale ferroso e quindi la sua assimilazione, provocando la clorosi ferrica. Determinate tecniche di coltivazione e l'utilizzo di concimi, adeguati ai terreni calcarei, dovrebbero risolvere il problema.

Altre cause fisiopatiche della clorosi, possono essere: il ristagno dell'acqua, la carenza di zinco, magnesio, azoto, l'eccesso di calcio, fosforo, o di ozono nell'aria che porta a distruggere i cloroplasti della clorofilla e, di conseguenza, può manifestarsi in clorosi.

comments