Dicembre 2018
L M M G V S D
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31
cantina
scarascia3
il_meteo4
bollettino_meteo_regionale2
agrometeo3

Usare le Talee

talea di aloe

La pratica delle Talee, è una tecnica di coltivazione, molto più semplice della semina e, allo stesso tempo, molto diffusa. La Talea è un ramo, un germoglio, un gambo, una foglia di una pianta, che vanno piantate nel terreno, affinchè attecchiscano, per ottenere nuove piante, simili alla pianta di origine della Talea.

A volte, la clientela, rimane meravigliata, quando sente parlare di Talee da germogli, ebbene, basti pensare all'Aloe, nelle diverse varietà, le Agavi, le Opunthie, per fugare ogni dubbio. Le loro Talee, infatti, non sono altro che delle piccole piantine, nate ai lati della pianta madre, che possono essere prelevate e piantate altrove. Altre piante grasse, invece, producono delle propaggini, non delle vere e proprie Talee, ma sono dei rami che ad un certo punto iniziano a far spuntare delle radici, comunque, ad ogni modo, esse possono essere utilizzate come tali.

A questo punto, vediamo come va piantata una Talea: il periodo ideale sarebbe agli inizi del periodo estivo; se andiamo a prelevare una Talea, tagliando una parte della pianta, bisogna fare attenzione a fare dei tagli netti e abbastanza precisi, usando coltelli e non forbici. Dopo di che si pone la Talea in condizione tale da far cicatrizzare il taglio, quindi ambiente asciutto

echinocactus grusonii

Per favorire la radicazione di una Talea, è necessario che essa resti per un bel pò di tempo all'asciutto, non interrata, addirittura alcune varietà di piante grasse, come l'Echinocactus Grusonii, o  il Pachicereus Plinglei, possono stare anche mesi, fuori dal terreno: questo fa in modo che appena interrate, la radicazione avvenga più facilmente, con minori margini di rischio e soprattutto evitando, situazioni di eccessiva umidità, che potrebbero causare casi di marciume alla pianta. Un terreno che favorisca la radicazione, deve essere un misto sabbia - ghiaietto, utile a trattenere la giusta umidità, che stimoli la radicazione. Utilizzando delle apposite placche, è più facile verificare, se la radicazione è avvenuta o meno. Solo a radicazione avvenuta, può essere effettuato un travaso in vaso.

Per ulteriori consigli, il personale di Spazio Verde è sempre a vostra disposizione.

comments