Dicembre 2018
L M M G V S D
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31
cantina
scarascia3
il_meteo4
bollettino_meteo_regionale2
agrometeo3

Aloe Arborescens e Aloe Vera

Sono ormai diversi anni che Spazio Verde dedica parte della sua attività, alla produzione e vendita delle piante di Aloe, al fine di offrire ai propri clienti piante dalle caratteristiche ottimali, in base all’uso cui saranno destinate. Già, perché è bene sapere che, non tutte le piante di aloe sono uguali e, se prendessimo in esame piante della stessa varietà, ebbene anche loro potrebbero non essere uguali.

E allora arriviamo a chiederci: Aloe Vera o Aloe Arborescens? Ma anche: piante giovanissime o di almeno 3-5 anni?

Iniziamo a fare delle distinzioni: come pianta da ornamento, potremmo dire che va bene tutto, o meglio, vanno bene piante ben curate e belle da vedere, nel colore, nel portamento, poi i gusti del cliente, bravura e fantasia di chi andrà ad allestire il suo giardino, faranno il resto.

Se invece parliamo di Aloe come pianta officinale, ebbene, bisogna fare delle dovute precisazioni.

Aloe VeraAloe Barbadensis Miller, meglio nota come ALOE VERA: e la varietà di Aloe più conosciuta, reclamizzata, ha l’aspetto più carnoso, con foglie più larghe e succulente. Il suo successo è dovuto ai benefici che pare essa produca a livello esterno, soprattutto estetico, infatti i suoi principi attivi, concentrati nel suo gel, trovano vasto utilizzo nella cura della pelle, ma anche come semplice lenitivo, per scottature ed altre infiammazioni cutanee. In commercio oggi è facile trovare anche molti succhi di frutta a base di Aloe Vera, unita ad altri frutti.

Aloe ArborescensMolto più efficace dal punto di vista curativo è, invece, l’ALOE ARBORESCENS: essa infatti ha una concentrazione di principi attivi, minerali e vitamine ben più alta dell’aloe vera, tutti contenuti nel suo succo, che andrebbe ingerito, con una certa costanza e preparato in base a diversi metodi, dei quali il più noto è sicuramente la Ricetta di Padre Romano Zago, a cui il sito di Spazio Verde dedica una sezione a parte.

I benefici pare siano innumerevoli, spaziano dagli effetti depurativi e disintossicanti, agli effetti cicatrizzanti, antinfiammatori (a livello cutaneo e non), ma il beneficio più importante che viene attribuito all’Aloe Arborescens, è quello di svolgere un ruolo molto importante nella cura del cancro e qui si torna a parlare della Ricetta di Padre Romano Zago, già citata.

Condizione necessaria per usufruire di questi benefici è che le piante di Aloe Arborescens, siano coltivate in modo biologico, ma soprattutto che abbiano almeno 3 anni di vita; a 5 anni si ha la concentrazione massima di principi attivi utili alla cura. Piante più giovani dei 3 anni pare non assicurino la concentrazione giusta di principi attivi tale da rendere efficace la cura.

È doveroso fare un’importante precisazione che riguarda sia l’Aloe Arborescens che L’Aloe Vera e cioè, a prescindere che esse siano usate a scopo cosmetico o curativo, tali piante possono provocare diversi effetti collaterali, quali irritazioni intestinali, o aborto.

Spazio Verde si riserva di non dare giudizi sull’efficacia dei principi attivi dell’Aloe Arborescens, nella cura del cancro o di altre malattie e consiglia vivamente di non abbandonare mai la medicina tradizionale. Ad ogni modo le Piante di Aloe Arborescens prodotte da Spazio Verde, rispettano le condizione necessarie su citate, utili a sfruttare al meglio i benefici di queste piante.

comments